Quando una qualsiasi emozione non viene vissuta a pieno viene trattenuta nel corpo.
Le emozioni scorrono nel corpo e attraverso il sistema nervoso si ripercuotono sui vari organi.

Il cattivo funzionamento degli organi porta alla conseguente formazione di inestetismi come cellulite, ritenzione, sovrappeso, smagliature, couperose ecc.

Il corpo se non vive le emozioni, le somatizza fino a quando iniziano a presentarsi dei fastidi evidenti. Ecco perché è importante ascoltarsi e capire quale emozione stai trattenendo, in modo da scioglierla ed eliminare il fastidio.

Ma dove trattieni le emozioni?
Inizialmente viene trattenuto tutto nella schiena in delle zone ben precise chiamate Metameri.

I metameri sono delle fasce orizzontali dello spessore di circa 5 cm. Ogni zona della schiena è associata ad una emozione trattenuta. Se un’emozione viene trattenuta nel tempo va ad intaccare un organo o viscere associato a quell’emozione. Prima passa al livello energetico e poi fisico.

Ma quali sono queste emozioni?
Rabbia, gioia, preoccupazione, tristezza e paura.

I Metameri sono attraversati dal sistema nervoso simpatico e in tutto sono 10, ognuno associato alla sua emozione:

– Polmoni collegato alla Tristezza
– Cuore collegato alla Gioia
– Fegato collegato alla Rabbia
– Vescica Biliare collegato alla Paura
– Mila-Pancreas collegato alla Preoccupazione
– Stomaco collegato alla Preoccupazione
– Reni collegato alla Paura
– Intestino Crasso collegato al Tristezza
– Intestino Tenue collegato alla Gioia
– Vescica collegato alla Paura

Poi ci sono due zone che vengono considerate a parte, la zona del collo che è associata alla Tiroide e la zona del gluteo che è associata all’apparato genitale.

Ma cosa servono i metameri?
I metameri registrano le tensioni e le emozioni trattenute mandano in tilt il corpo.

Questi fasce toccandole sono:
TESE
AVVOLTI DA ADIPE (grasso)
DOLENTI

Quando si lavorano queste fasce il corpo espelle l’istamina (tossine), con prurito, puntini rossi o tutti e tre assieme. Spesso si da la colpa ai prodotti ma in realtà è il corpo che è intossicato.

Il massaggio aiuta manualmente a sciogliere tutte le tensioni nelle zone riflesse e a donarti benessere psico-fisico, ma tu puoi intervenire a monte.

Ma cosa puoi fare tu per evitare che i metameri vadano in tilt?

Quando provi e senti un emozione dentro di te, inspira e sentila in tutto il tuo corpo non mandarla via, stai li ascoltala, espandila nel corpo, si trasformerà più velocemente e non si somatizzerà nel tuo corpo.

Il miglior modo è prenderti un momento di solitudine e stare li. Certo alcune emozioni hanno un trasporto diverso, la rabbia e la paura sono più esplosive e veloci, mentre la preoccupazione e la tristezza sono più lente. Ma l’importante è che le vivi con te stessa.

Ricevere un massaggio ti aiuta a lasciare andare tutte le tensioni trattenute e migliorare le funzionamento del tuo corpo.

Quello che puoi fare per scaricare questa tensione è agire, metterti a fare qualcosa, sport, colorare, scrivere, disegnare, cantare, ecc.

Qualcosa che ti immerge completamente e ti fa stare solo nel presente. Certo magari non ne avrai voglia in quel momento, ma sarà la cosa giusta da fare.

Vedrai che starai subito meglio! 

Sentiti leggera come una piuma!
La tua consulente,
Jenny

iWell Estetica
Via Laghi, 69/7, Faenza
Tel. 0546697516

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *